You are currently browsing the category archive for the ‘10×400’ category.

26/08 – risc. 1km + 15km a 4’40” + 6allunghi veloci da 200m con 1′ di rec.
28/08 – risc. 15′ + allunghi 5×100 + 6×1000 a 3’40” rec. 400m in 2’05” def. 10′
29/08 – 10km a 4’40”
30/08 – 10km progressivo 5 a 4’40” + 3 a 4’15” + 2 a 4′
31/08 – 15′ risc. + allunghi 5x100m + 10×400 in 1’18” (circa 3’20″/km) rec. 1′ def. 10′

Anche questa settimana è andata via bella carica, ma senza sovraffaticamento. L’esito positivo del 10×400 di ieri sera lo conferma, il lavoro è andato via liscio senza alcun problema.
Tutta la serie era prevista a circa 1’20” per giro e così è stata. Ottima spinta, grande reattività, buona elasticità, tutto con un’azione perfetta. Al termine di ogni ripetuta la ricerca immediata di ossigeno era evidente e dopo circa 30″ andava già meglio. Al minuto preciso, recupero quasi completo e ripartenza per la successiva. Non mi aspettavo tanta freschezza per tutta la seduta. Avevo deciso di arrivare un po’ provato, inserendo un progressivo da 10km il giorno prima, ma niente da fare, anziché appesantirmi ho reagito bene fisiologicamente innescando un recupero più veloce. Oggi non corro, recupero passivo e domenica l’ultimo test prima della settimana successiva in cui inizierò a provare la gamba in gara. 
Annunci
Oggi, casualmente, ho incontrato Pier Paolo e abbiamo approfittato per correre un po’ insieme. La voglia di ritrovarsi, di parlare degli allenamenti, delle gare, di tutto quello che abbiamo trascorso fa sempre piacere.
Anche Pier Paolo dopo tanti anni di pratica non ha mai smesso di correre, nonostante gli odierni problemi ai tendini d’Achille.
L’importante, per non stancarsi di questa bella disciplina è, viverla per gioco, per passione. Quando devo inserire un nuovo ciclo di allenamenti lo faccio anche in base a degli obbiettivi da centrare. Non sempre però l’obiettivo deve essere inserito in una gara, anzi capita spesso che lo inserisco semplicemente nell’allenamento, divertendomi così, ad allenarmi per riuscire ad ottenerlo. Penso che in questo modo sia più facile riuscire a conoscere la fisiologia del corpo e dell’allenamento, per raggiungere degli obbiettivi GARA senza sovrastimarsi o sottostimarsi e specialmente senza utilizzare una programmazione sbagliata (facile a dirsi).
Con la seduta odierna mi avvio alla chiusura del primo ciclo di tre settimane, che concluderò domenica, dedicato allo sviluppo della forza con l’inserimento degli sprint in salita seguiti dalla trasformazione veloce.
La trasformazione veloce delle salite effettuate ieri sarà differente, ancora una volta, rispetto alle precedenti. Si tratta di un bel 10 x 400mt in pista. La seduta è andata avanti così:
– stretching 10′
– corsa 20′ + progressione finale x 4′
– 10 x 400 rec. 1’40”
– defaticamento corsa nell’erba 10′
– stretching 15′
I tempi del giro 1’16″/1’16″/1’16″/1’16″/1’15″/1’16″/1’17″/1’17″/1’17″/1’16” bpm 165

Categorie