Auguro a tutti un 2013 con tanto, tanto, tanto SWING.

Mer – 14/11
Su Grumene 
percorso ondulato da 1600m (800+800)

    – Stretching 12′
    – Risc. 2km + CL 12km (bpm 130) + defat. 1,4km
    – Stretching 20′
Ho anticipato la corsa prevista per giovedì, per problemi di tempo. Il progressivo di ieri è ancora presente nelle gambe, pertanto imposto l’allenamento con un target un po’ più basso del solito. Negli ultimi chilometri  avverto la sensazione di affaticamento muscolare.
    
OGGI    
Campo scuola – Pista   
    
    – Stretching 25′
    – Riscaldamento 3km
    – Allunghi 5×100 
    – Medio 10km in 41’10” (4’07″/km bpm 152)
    – Defat. 1km
    – Stretching 12′

Ho preferito correre in pista per avere una lettura reale della distanza percorsa, della velocità e dell’intensità di FC relativa lo sforzo in un terreno regolare. Sensazioni buone. Al contrario di quanto immaginavo ho faticato meno delle ultime sedute di medio, nonostante l’aggiunta di 2km. Dovrò tornare più spesso in pista.

Circonvallazione per Mamoiada
Circuito da 6km 3000+3000 leggermente ondulato
Tot. 18,8km
 
    – Stretching 15′
    – Risc. 3,4km (124/137 bpm)
    – Progressivo 12km
      6km (137/145 bpm) 4’40″/km
      4km (152/158 bpm) 4’20″/km
      2km (158/165 bpm) 3’49″/km
    – Defat. 3,4km (124/137 bpm)
    – Stretching 12′

Progressivo con le variazioni dell’andatura eseguite al ritmo della frequenza cardiaca di tre intensità distinte. Perfetto. Anche se il percorso non è regolare (in piano) ma leggermente ondulato, non accuso la solita difficoltà e anche nelle leggere salite le gambe girano bene e il legame con i target della FC non mi impongono variazioni importanti, anzi sono sempre leggermente sotto soglia. Il percorso di Su Grumene, con la sua salita di 800 metri ad ogni giro (circuito da 1600m), ultimamente, mi sta dando una grande mano di aiuto per riuscire ad imprimere buoni ritmi nei falsopiano in salita, il mio punto debole che, data la mia conformazione fisica (muscolare, pesante) con cosce da calciatore, rende difficoltosa ogni tipo di pendenza. Tutto questo senza il bisogno di fare uso di ripetute o ritmi oltre i 4’/km che non mi posso permettere e che ormai non eseguo da diverse settimane. Pertanto, sono soddisfatto dell’ottima velocità nei 2km finali del progressivo, le gambe girano alla grande e al momento nessun dolore.

Categorie