You are currently browsing the category archive for the ‘6×600’ category.

Ore 06:00
Pista
scarpe – ds trainer 16

– stretching 10′
– riscaldamento 20′
– allunghi in progressione 5 x 100 m
– 6 x 600 con 400 in 1’44” (4’20”) e 200 al massimo rec 4′ da fermo
1’42″+34″ 1’40″+32″ 1’44″+33″ 1’43″+32″ 1’41″+32″ 1’43″+31″
– FC MAX 164 bpm 
– defaticamento 15′
– stretching 10′

Ormai la sveglia biologica alle 5:20 arriva senza problemi. Sempre come un automa mi alzo e mi avvio in cucina per vestirmi e iniziare lo stretching.
Mentre eseguo gli allungamenti con la dovuta pazienza e delicatezza, il pensiero si imposta sul lavoro previsto per oggi.

Si tratta di 6 ripetute da 600 metri da svolgere con i primi 400 quasi al passo della corsa lenta (4’20) in 1’44” e i duecento da tirare al massimo o quasi.

I primi venti minuti di corsa sono serviti per il riscaldamento, con gli ultimi 3 o 4 minuti in progressione. Cambio scarpe e calzo le A2, mi allineo in pista e parto per 5 allunghi da 100 metri, in progressione, 17″-17″-17″-16″-16″. Buon segno senza troppo sforzo mi ritrovo con la giusta velocità che ben predispone per il tratto veloce dei 600.

La descrizione delle sei prove è pressoché identica. Mi aspettavo di avvertire qualche problema di acido lattico, invece niente di niente. Sinceramente non ho dato proprio il massimo, ma solo perché pensavo che dopo le prime due, avrei iniziato a sentire l’invasione di acido lattico, invece quando ho terminato ero pronto a partire da capo.
Sono cosciente del fatto che questo tipo di lavori sono perfettamente adatti alle mie caratteristiche, ma così mi pare troppo. Vedrò di studiare il punto nei dettagli.

Sensazioni: Leggero come una piuma. Mi sento come se oggi non avessi corso per niente, nessun dolorino e nessuna stanchezza residua. Vedremo nelle prossime ore

Mercoledì 11 agosto 2010
Campo scuola

Verso la gara Marceddì Terralba 28/08/10

– stretching 5′
– corsa 11’25” + 2’11” + 2’11”
– allunghi da 100m in progressione:19″27-18″18-17″65-16″96 rec. 1′
– 6 x 600m in 2′ rec. 1’30” da fermo.
– 2 giri di pista a 4’30”
– defaticamento campo scuola-casa, 13’22”.

Tempo totale della seduta 1h.

Buone sensazioni, sempre un po’ di mal di gambe, ma comunque accettabile.
Ci tengo a sottolineare, che facendo un buon stretching prima di partire le cose cambiano alla grande.
Parto da casa. I primi 2,5km mi sembrava di volare, 11’25”, in seguito ho sentito un po’ di pesantezza dei carichi precedenti.
Proseguo nell’anello esterno al campo (510m) con 2 giri, 2’11” – 2’11”. Recupero al passo e mi porto sulla linea dei 100m per eseguire gli allunghi.
19″27 – 18″18 – 17″65 – 16″96, i recuperi tra uno e l’altro sono ciascuno di 1′ da fermo.
Debbo dire che questi allunghi li ho sofferti, quando sto bene, escono in scioltezza in circa 17″, oggi ho dovuto forzare un po’ per rientrare nei tempi.
Nel frattempo mi riporto sulla linea di partenza dei 400m per eseguire il lavoro odierno, 6 x 600m.
Dati gli allunghi, ho qualche dubbio sul buon esito.
Parto per il primo 600, alla grande, pensavo peggio, il passo di 3’20″/km si fa sentire ma si può tenere.
Così il secondo, il terzo e il quarto. Il problema arriva adesso, ci sono ancora gli ultimi due, e con le gambe cariche di acido lattico, inizio a pensare di fermarmi.
Per fortuna in pista ci sono altri runners che effettuano ripetute, e, per parte del giro e mezzo di pista, ricevo involontariamente un grosso aiuto accodandomi.
Termino anche le ultime due frazioni entro il tempo previsto.
Grande soddisfazione. Se ho svolto il lavoro, con la condizione di scarsa freschezza nelle gambe, non è  andata poi così male.
Prima di andare via dal campo effettuo altri due giri di pista a 4’30″/km, accompagnando il finale delle ripetute di un’amica.
Mi avvio verso casa, in corsa defaticante per 13’22”.
10′ di stretching.

Categorie