You are currently browsing the monthly archive for agosto 2009.

Giro in città
– stretching 15′
– corsa lunga svelta 1h28’59” 20km
– stretching 10′

Questa mattina non riesco nemmeno ad alzarmi dal letto, il cellulare ha tentato di darmi la sveglia per due volte ma invano. Ieri notte ho fatto tardi ed inoltre non ho ancora il metabolismo pronto per la routine dei giorni di allenamento. Ormai è tardi per uscire a correre a digiuno, sono già le 10.00 e decido di andare a correre dopo una bella colazione . Cinque fette biscottate con miele ed un tazzone di latte con un po’ di cacao. Mi preparo ed inizio un buon lavoro di stretching per circa 15′. Oggi voglio collaudare il Virtual Partner del forerunner 305. Imposto due parametri, il tempo – 1h30’00” e la distanza – 20km. Ma solo io so che si tratta di un collinare quindi nelle condizioni di forma odierna sarà sicuramente dura.
Dopo lo stretching parto immediatamente con un passo già veloce è affronto subito 2 km di salita. La prima sensazione per questo carico improvviso è la colazione che fa il balletto nello stomaco, comunque so che si può superare, sono abituato a queste situazioni. Finita la salita ho 50m di svantaggio rispetto al vitual partner ma entro 500 m sono alla pari ed inizio ad incrementare in vista del secondo tratto in salita tra il sesto ed il settimo km. Sono sempre in vantaggio fino al completamento del primo giro di circa 10 km. Mi ritrovo nuovamente davanti al tratto in salita dei primi 2km in cui perdo nuovamente terreno , ma subito recuperato entro il dodicesimo km. Le cose si iniziano a complicare vista l’ora le 11:00′ ed il sole cocente. Al quindicesimo per fortuna c’è una fontana d’acqua, mi fermo qualche istante mi bagno la testa bevo una sorsata e via a denti stretti si prosegue verso il terzo tratto in salita che nonostante sia quello corto supero con un po’ di difficoltà. Siamo al diciassettesimo sono quasi alla pari anzi in leggero anticipo con il virtual partner fino all’ultimo metro dove quando arrivo siamo a 1h28’59” -20km.
Con questo di oggi ho fatto solo tre allenamenti nell’ultima settimana ma tutti e tre sicuramente hanno duramente messo alla prova il mio netto calo di forma.

Giro in città
– stretching 15′
– corsa lunga svelta 1h28’59” 20km
– stretching 10′

Questa mattina non riesco nemmeno ad alzarmi dal letto, il cellulare ha tentato di darmi la sveglia per due volte ma invàno. Ieri notte ho fatto tardi ed inoltre non ho ancora il metabolismo pronto per la routine dei giorni di allenamento. Ormai è tardi per uscire a correre a digiuno, sono già le 10.00 e decido di andare a correre dopo una bella colazione . Cinque fette biscottate con miele ed un tazzone di latte con un po’ di cacao. Mi preparo ed inizio un buon lavoro di stretching per circa 15′. Oggi voglio collaudare il Virtual Partner del forerunner 305. Imposto due parametri, il tempo – 1h30’00” e la distanza – 20km. Ma solo io so che si tratta di un collinare quindi nelle condizioni di forma odierna sarà sicuramente dura.
Dopo lo stretching parto immediatamente con un passo già veloce è affronto subito 2 km di salita. La prima sensazione per questo carico improvviso è la colazione che fa il balletto nello stomaco, comunque so che si può superare, sono abituato a queste situazioni. Finita la salita ho 50m di svantaggio rispetto al vitual partner ma entro 500 m sono alla pari ed inizio ad incrementare in vista del secondo tratto in salita tra il sesto ed il settimo km. Sono sempre in vantaggio fino al completamento del primo giro di circa 10 km. Mi ritrovo nuovamente davanti al tratto in salita dei primi 2km in cui perdo nuovamente terreno , ma subito recuperato entro il dodicesimo km. Le cose si iniziano a complicare vista l’ora le 11:00′ ed il sole cocente. Al quindicesimo per fortuna c’è una fontana d’acqua, mi fermo qualche istante mi bagno la testa bevo una sorsata e via a denti stretti si prosegue verso il terzo tratto in salita che nonostante sia quello corto supero con un po’ di difficoltà. Siamo al diciasettesimo sono quasi alla pari anzi in leggero anticipo con il virtual partner fino all’ultimo metro dove quando arrivo siamo a 1h28’59” -20km.
Con questo di oggi ho fatto solo tre allenamenti nell’ultima settimana ma tutti e tre sicuramente hanno duramente messo alla prova il mio netto calo di forma.

Pineta di Ugolio.
– stretching 10′
– riscaldamento 10’40” 2km
– corsa collinare progressiva 46’04” 10km
– defaticamento 8’40” 2km
– stretching 10′
Finalmente le gambe girano discretamènte ma con un pò di dolori ai quadricipiti. Anche oggi avrei dovuto fare un lento ma si è trasformato in un progressivo, i passaggi ai mille sono iniziati a circa 5’/km e l’ultimo a circa 4’/km mentre i battiti per minuto da 135 al 1° km a 161 al 14°km. Da ora in poi bisognerà riadattarsi alle giornate più corte infatti se correre in pineta ha i suoi vantaggi quando c’è il sole adesso che alle 20:30′ è quasi buio conviene correre nuovamente su strada.

Pineta di Ugolio.
– stretching 10′
– riscaldamento 10’40” 2km
– corsa collinare progressiva 46’04” 10km
– defaticamento 8’40” 2km
– stretching 10′
Finalmente le gambe girano discretamènte ma con un pò di dolori ai quadricipiti. Anche oggi avrei dovuto fare un lento ma si è trasformato in un progressivo, i passaggi ai mille sono iniziati a circa 5’/km e l’ultimo a circa 4’/km mentre i battiti per minuto da 135 al 1° km a 161 al 14°km. Da ora in poi bisognerà riadattarsi alle giornate più corte infatti se correre in pineta ha i suoi vantaggi quando c’è il sole adesso che alle 20:30′ è quasi buio conviene correre nuovamente su strada.

Categorie