You are currently browsing the category archive for the ‘Mezza Maratona Riva del Garda’ category.

Un anno e otto mesi.
Proprio oggi compio un anno e otto mesi, dalla ripresa degli allenamenti, dopo undici mesi di fermo totale causa una fascite plantare che non riuscivo a curare.
Con quasi cinque chilogrammi in più ho effettuato una ripresa lenta e graduale per riadattare il sistema cardiocircolatorio, muscolare e ormonale, cercando di non sottoporre l’organismo a un cambiamento improvviso e brusco. Infatti anche se la memoria muscolare voleva fare di più e più in fretta sono riuscito a tenere la situazione sotto controllo. Lo zainetto di peso era la cosa più urgente da smaltire, infatti non andava d’accordo con l’arco plantare.
Le prime sedute per tre settimane le ho effettuate alternando tratti al passo e tratti di corsa della durata di un ora.
Dopo quattro mesi il peso era quasi al suo livello normale, 80 kg. Per avere un ulteriore stimolo ho iniziato a partecipare a qualche gara, il 17 Maggio 08 ho corso la Corri-Nuoro, bella e frequentatissima gara che ha luogo ogni anno . Dopo molto tempo lontano dalle competizioni questa è stata l’occasione per fare un test e capire la condizione. Il percorso era lungo 9520 m (4giri da 2380 m) con lunghi tratti in salita, i tempi al giro 1° 9’22″25 – 2° 9’59″12 – 3° 10’19″30 – 4° 9’48″93 tempo totale 40’21”. Ricordo che avevo faticato troppo e ad ogni giro pensavo che la cosa migliore da fare era fermarsi. Non lo fatto.
Il test è fatto. Adesso un altro obbiettivo. Il 16 Novembre corro la Mezza maratona di Riva del Garda. Clima perfetto, cielo limpido, freddo secco, sole.4200 atleti al via. Primi tre km pericolosi la calca e tanta, e per giunta con falso piano in discesa. Quindi il passo più veloce del previsto. Arrivati in riva al lago, stradine strette e tortuose, il panorama è talmente bello che ti dimentichi di ogni sforzo. Supero i primi dieci km in 39’00”, e passo al quindicesimo in un ora. Da quì in poi i diversi tratti in salita mi mettono un po in difficoltà, finché arrivo al dicciasettesimo un po in affanno e mi accorgo che inizio a perdere terreno. Ma all’improvviso nel tratto più difficile, negli ultimi due km totalmente in salita ritrovo il passo iniziale e recupero parte del terreno perso. Termino in 1h25’30”. Ottimo lavoro e grande soddisfazione i lavori degli ultimi due mesi mi hanno premiato. Questo risultato mi da fiducia per proseguire nel percorso di crescita, per migliorare il passo ormai raggiunto di 4’/km a 160 bpm sulla distanza. Questi saranno i futuri riferimenti. Nella mia testa c’è già la prossima sfida, il giorno 1 Marzo 2009 Mezza maratona Roma-Ostia. Obbiettivo scendere sotto 1h24’00”. ??????????

Categorie