06/06 – corsa 7km (5 su terra battuta +2 sull’erba)

Oggi campo scuola, PISTA.

– stretching10′

– corsa risc. 20′
– allunghi 5x100m
– 6×400 1’20” rec.200m lento
– corsa 10′ sul prato.
– stretching 15′
Nessuna novità sul fronte fatica. Sempre la stessa difficoltà al di la della velocità. Oggi ho sofferto parecchio nei venti minuti di riscaldamento con le gambe che non ne volevano sapere. Ho cercato di fare una leggerissima progressione, solo nell’ultimo chilometro. L’intenzione di rientrare a casa mi ha sfiorato.
Proseguo con cinque allunghi da 100 metri cercando di effettuarli ad un passo più svelto da quello previsto per la ripetuta. Fino a questo punto ho superato ogni difficoltà ma mi sento ancora intorpidito e non sufficientemente reattivo come si spetta.
15 giorni fa ho effettuato una seduta simile con 10 ripetute sui 400 metri. Oggi è impossibile farne di più e tanto meno a quel passo 1’15/1’16”. Equilibrando la seduta alla condizione negativa, opto per un 6×400 in 1’24″con recupero in corsa veramente lenta per 200 metri.
La prima ripetuta mi da il benvenuto con 1’20” senza sforzo esagerato, i duecento in corsa lenta e riparto.
La seconda precisa alla prima, sempre 1’20”, ottimo, spero solo di poter finire così. Recupero sempre 200 lento.
La terza, ennesima ripetizione, 1’20”. 200 metri lento.
La quarta, un leggero cedimento si affaccia, 1’22”. 200 metri in corsa lenta.
La quinta 1’19”. La regolarità è difficile, per circa 150 metri il vento soffia contro. 200 lenti.
La sesta 1’20”. 10 minuti di corsa lenta sul prato erboso. Stretching, FINE.
Il minuto e venti della prima ripetuta ha risolto il dubbio della fattibilità del carico.
Pare che la scelta di correre qualche chilometro in meno in ogni seduta e con un passo inferiore al solito stia dando buon esito.